• Hotel La Valle dell'Aquila: Castello di Ocre

Descrizione

Il Castello, o meglio classificabile come borgo fortificato di Ocre, sorge su di un'altura di 933 metri di straordinaria bellezza per il suo panorama mozzafiato che abbraccia la Catena del Gran Sasso, quella della Maiella e la conca aquilana. Prorompente è la cinta muraria, conservata per intero, al cui interno sono ancora visibili le antiche abitazioni, torri e strade che si estendono per tutto il perimetro di circa 470 metri di forma irregolare a causa della posizione geografica. E’ inoltre rafforzata da torri quadrate agli angoli. Le mura racchiudono abitazioni a schiera convergenti verso la chiesa, posta nell'angolo sud della cinta e della quale rimangono solo alcune tracce della pianta. L'ingresso al Castello avviene attraverso una porta ogivale databile intorno al XIII secolo e protetta da un sistema di difesa a tiro incrociato simile a quella del vicino Monastero di S. Spirito d'Ocre. Nella punta meridionale del borgo si trova la chiesa, dedicata a San Salvatore "inter castrum Ocre". Costruita su tre navate con abside finale, risulta completamente diroccata. Non si conosce la data della fondazione del castello, presumibilmente assai antica. Sorse probabilmente sul posto dove si trovava l'Acropoli della città romana di Aveia. Distrutto dagli Aquilani nel 1280 venne fatto ricostruire da Fortebraccio nel 1424. Rioccupato l'anno dopo venne man mano degradandosi fino allo stato di rudere.